Stemma dell'Accademia degli IncamminatiSede Accademia degli Incamminati

Gemellaggio Museo del Risorgimento di Torino con la Pinacoteca di Modigliana

 

Logo Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna

INIZIO

Mappa del sito

Accademia

Sede
Finalità
Storia
Organizzazione
Statuto
Le Tornate
Biblioteca
Contatti
Modigliana

Notiziario

Appuntamenti
Pubblicazioni
Vincastro
Archivio
Bibliografia

UN GEMELLAGGIO NEL NOME DI GIUSEPPE MAZZINI

Da oggi 12 ottobre 2012 è esposta al Museo Nazionale del Risorgimento Italiano di Torino una copia appositamente realizzata del “Mazzini morente”, il celebre quadro di Silvestro Lega, capolavoro della pittura italiana dell’Ottocento. A donarla è l’Accademia degli Incamminati di Modigliana. Si avvia in questo modo un gemellaggio tra il Museo e la Pinacoteca comunale Silvestro Lega di Modigliana. 
La cerimonia di consegna della copia del quadro si è svolta questa mattina alla presenza del presidente dell’Accademia degli Incamminati, il Cavaliere del Lavoro Dottor Antonio Patuelli, e del presidente del Museo, il professor Umberto Levra.


“Il Museo del Risorgimento di Torino – ha dichiarato il professor Umberto Levra - è molto grato all’Accademia degli Incamminati e alla Pinacoteca comunale Silvestro Lega di Modigliana, per almeno tre importanti motivi. Il quadro donato arricchisce ulteriormente la sala dedicata a Mazzini e al movimento repubblicano e mazziniano. Inoltre si tratta di una occasione per allargare quella rete di rapporti e scambi con istituzioni culturali e con musei italiani e stranieri, che il Museo di Torino persegue da molti anni. Infine vuole essere anche un tributo di Torino risorgimentale a Modigliana risorgimentale, all’impegno dei modiglianesi e dei romagnoli nel movimento patriottico e nell’aiuto fornito con la Trafila garibaldina alla salvezza di Garibaldi dopo la caduta della Repubblica Romana, anche con l’esemplare figura di don Giovanni Verità.”
“Il Risorgimento Italiano – ha affermato il Presidente Antonio Patuelli – si è sviluppato vittoriosamente attorno ai principi di libertà, indipendenza, Costituzione e Parlamento: il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano di Torino contiene l’Aula della Camera dei Deputati che ha preparato e poi raggiunto l’unità d’Italia. Quell’Aula è la ‘culla del Risorgimento’. Quindi, nel Museo del Risorgimento di Torino è importante che ci sia un completamento simbolico anche con questo quadro significativo dell’importanza degli ideali mazziniani e repubblicani vicino ai tanti altri illustri cimeli soprattutto cavouriani e piemontesi.”


La storia del quadro
Quando ai primi di marzo del 1872, Silvestro Lega ebbe notizia che a Pisa, a casa Rosselli, Mazzini era prossimo alla fine, si precipitò da Modigliana a Pisa e fece alcuni schizzi dell’esule morente. Li tradusse poi, nello stesso 1872, in questo quadro conservato nella Pinacoteca di Modigliana. 
Da oggi la copia viene esposta in modo permanente nella sala 10 del Museo del Risorgimento, quella dedicata alle rivoluzioni del 1830 e ai movimenti democratici in Italia. Sarà così ammirata da un pubblico numeroso che non potrà che restare colpito dall’intensità e dall’efficacia drammatica del dipinto, accanto al quale una targa ricorderà il gemellaggio e la Pinacoteca di Modigliana ove è esposto l’originale. 
Nel 1873 il Lega realizzò un’altra versione del “Mazzini morente” che però non ebbe fortuna in Italia: fu venduta a Londra ed ora è conservata al Museum of Art di Providence, negli Stati Uniti d’America.

Per informazioni:
Segreteria- Rag. Giuseppe Mercatali:
Cell. 347.6485722 - Tel. 0546.941227 - Fax: 0546.940285
mercatali@confartigianato.fo.it
accademiaincamminati@libero.it

Copyright Accademia degli Incamminati - Tutti i diritti riservati -